Dialettica e boxe

luglio 054 by gtorte

La dialettica non è quello strano marchingegno teorico fatto di astruse tesi, antitesi e sintesi che (non) abbiamo appreso sui banchi di scuola.     La dialettica fu in primo luogo contesa.  Il suo modello, se si legge quel poco che è rimasto della letteratura degli antichi sofisti, è il pancrazio, la più sanguinosa e gloriosa forma di lotta conosciuta dai greci.   Il KO era dato da quell’istante fatale in cui, costretto dall’incalzare delle domande del suo avversario, l’interlocutore doveva riconoscere di essersi contraddetto. Le sue conclusioni, ad un certo punto, non erano più coerenti con le premesse da cui si era mosso. Era al tappeto. Il discorso (il celeberrimo “logos”) non era quindi quell’impersonale e asettico strumento di analisi che oggi crediamo sia. Era la scena, grondante sangue e sudore, di un giovanile “agon” tra uomini liberi e uguali. Se i sofisti, celebri per il loro sfrontato nichilismo, avevano fatto della dialettica una neutra tecnica della confutazione, buona per qualsiasi scopo, spetterà invece a Socrate e al suo più giovane amico Platone restituire a questa boxe spirituale il suo significato religioso. La via che porta alla contraddizione e, quindi, alla sconfitta è, scrive Platone, la via della “purificazione”. Essere sconfitti nell’agonistica del discorso rende più “belli” perché libera dalle incrostazioni del pregiudizio e del falso sapere in cui ci si trovava prima di combattere. La dialettica diventa, con Socrate-Platone, un gioco in cui chi perde vince, perché, nel socratismo, la lotta nel discorso diviene forma esclusiva dell’educazione, un doloroso ma inaggirabile apprendistato a conclusione del quale siamo finalmente pronti per entrare nel regno
filosofico del “sapere di non sapere”. Se per i sofisti, insomma, la gloria stava nella vittoria, con Socrate-Platone tutta la nobiltà possibile per l’uomo risiede nella sconfitta.

Rocco Ronchi da “Libero Pensiero”

Lascia un commento

Archiviato in Filosofia, Flaneur

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...