Chi bene investe… guadagna il 10%

vin by gtorte

C’è un investimento del tutto legale che rende il 10% netto, certo è a lungo termine, ma garantisce un risultato sicuro. Lo ha scoperto un economista americano e c’è tanto di formula che qui ometto. Il signore in questione è James Heckman, premio Nobel per l’economia del 2000. Ecco come guadagnare una bella sommetta: scegliete un bambino che il destino ha fatto nascere in una famiglia svantaggiata e puntate sulla sua educazione. Investite subito sullo sviluppo delle sue abilità cognitive e sociali, così che in futuro abbia una buona riuscita scolastica e trovi più facilmente un posto di lavoro. Se sommate le cifre risparmiate in servizi sociali, sussidi di disoccupazione e prevenzione e persecuzione della devianza, tra ciò che avete speso e ciò che ricavate c’è un guadagno netto del 10%.
Qui potete ascoltare e vedere l’intervista del professore.

Ma anche se dal punto di vista economico l’investimento fosse una perdita di soldi, la cultura sarebbe comunque il migliore dei modi di impiegare i quattrini. Vivere in una società di uomini coltivati conviene; e non intendo la cultura trombona e citazionista, ma quella che si scorge nei gesti quotidiani, nei modi gentili, nei piccoli dettagli.

3 commenti

Archiviato in Economia, Educazione

3 risposte a “Chi bene investe… guadagna il 10%

  1. Leggendo questo articolo sulla tesi del prof. Heckman mi sono venuti in mente Luhmann e Lyotard.

    Heckman ha ragione infatti, ma in relazione a un mondo che non c’è più. Nel regno dell’economia neoclassica il denaro viene speso non per assicurare la giustizia (è stata la scommessa fordista), ma per permettere la chiusura autoreferenziale di sottosistemi (gruppi) sempre più autoreferenziali e autonomi che si blindano all’esterno con armi e security. Garantire la sicurezza di pochi escludendo parti sempre più ampie di società sarà purtroppo assai più vantaggioso che alimentare lo stato sociale [http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=54609].

    La redistribuzione ha fallito, ci dicono, aggiungendo che ha fallito anche la modernità con la sua promessa di eguaglianza e progresso. Lyotard descrisse questo scenario nel 1979 (La condition postmoderne) e lo definì “terrore”, contestando l’apologia fattane da Luhmann.

    Sono sempre più convinta che se vogliamo difendere le conquiste della modernità (e più recentemente della vittoria sul fascismo) a partire dal diritto allo studio, dobbiamo essere in grado di pensare l’esistente, cioè la condizione postmoderna, e di opporci in modo nuovo alle scelte antisociali che stanno prevalendo.

    • Una decina d’anni fa siamo atterrati a Johannesburg, ad attenderci c’era una parente di un’amica che ci avrebbere ospitato per qualche giorno. Su un’auto presa a nolo abbiamo attraversato la città seguendo la sua macchina sino ad un quartiere residenziale. Arrivati davanti a una villetta, il cancello si è aperto, entrata la prima auto si è richiuso automaticamente, la nostra ospite ci ha fatto segno di aspettare, un minuto dopo si è riaperto per fare passare la nostra auto. “E’ una norma di sicurezza”, ci ha spiegato, “per evitare che qualche malintenzionato si accodi e ci svaligi la casa.”. Girando per il quartiere abbiamo notato del filo spinato elettrificato in cima ai muri delle ville e dei cartelli con su scritto “Armed reaction”. Una semplice norma di sicurezza.
      Non voglio vivere in una società come quella, né dalla parte dei poveri, ca va sans dire, ma nemmeno da quella dei ricchi.

  2. infatti, per cambiare direzione però dobbiamo fortificare la comprensione del presente. Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...