La musica del caso

 

La sala è piena di gente in attesa di ascoltare il concerto, ma la sera è una di quelle che non ne va una dritta. Il pianoforte che aveva richiesto si è perso per strada. Dei due che gli hanno fatto vedere, portano per errore quello che aveva scartato. Lo Steinway che si trova sotto le dita non è revisionato.  I bassi sono sordi e gli alti troppo acuti: si può suonare solo la parte centrale della tastiera. Keith Jarrett è stanco per il lungo viaggio che dalla Svizzera lo ha portato sino a Colonia. Si siede e controvoglia inizia a suonare. Lento. Diffidente. Quella sera improvvisa il concerto della vita.

1 Commento

Archiviato in Flaneur

Una risposta a “La musica del caso

  1. Loretta

    La magia del caso, direi…Bellissimo, un sogno.
    Loretta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...