“Revisioni Controllate” su Wikipedia e fuga di editor.

Nel mese di Agosto la Wikimedia Foundation, che gestisce la più popolare enciclopedia online (la versione inglese ha superato nel corso del 2009 i tre milioni di articoli),  annunciò che, nel giro di poche settimane, Wikipedia avrebbe introdotto la “revisione controllata”, che avrebbe cambiato la possibilità di modificare liberamente gli articoli riguardanti persone ancora in vita.  In seguito a tale provvedimento, le modifiche non sarebbero più state visualizzate online da chi consultava la pagina, fino a quando non fossero state validate da un editor volontario scelto dal management di Wikipedia fra i suoi utenti più esperti ed affidabili.

Questa nuova politica di limitazioni e controlli, dettata senza dubbio da una crescente consapevolezza del ruolo che Wikipedia gioca nell’informazione mondiale, ha però creato anche effetti negativi,  in quanto  <<la libera enciclopedia che ognuno può revisionare>> ha perduto e sta perdendo un buon numero di volontari,  con un’accelerazione consistente nell’ultimo anno (49.000 curatori hanno abbandonato il sito nei primi tre mesi del 2009, contro i 4.900 dello stesso periodo del 2008).  Il fenomeno potrebbe avere delle implicazioni significative per la politica di democratizzazione che Wikipedia ha contribuito a diffondere su Internet, una sorta di elogio del lavoro non professionale.

A otto anni dal debutto, che aveva l’obiettivo di fornire a tutti nel mondo il libero accesso alla conoscenza, il declino della partecipazione di volontari ha sollevato nuovi interrogativi sulla capacità dell’enciclopedia di continuare ad espandersi a anche sulla sua affidabilità, che è stata messa a serio rischio da errori e inserimenti deliberati di informazioni false da parte di vandali.

Tuttavia Wikipedia, con i suoi 325 milioni di visitatori al mese, resta sempre uno dei siti (il quinto al mondo) più cliccati e popolari tra gli utenti.

da:  LA STAMPA.it – Tecnologia (articoli del 24/08/09  e  25/11/09)

Lascia un commento

Archiviato in Educazione, New Media

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...