L’ascensore per il paradiso

Ci salutiamo, è ormai l’ora di pranzo. Usciamo dalla don Milani e per rientrare scegliamo la strada più lunga, come si addice a dei flaneur. Saliamo verso Spianata Castelletto, Genova vista dall’alto in questa giornata cristallina è una festa per gli occhi, è la degna conclusione del nostro stage. Poi ci dividiamo in due gruppi, i pigri prendono l’ascensore con la scusa che ha ispirato un verso a Giorgio Caproni:

Ma no! se mi sarò deciso
un giorno, pel paradiso
io prenderò l’ascensore
di Castelletto, nelle ore
notturne, rubando un poco
di tempo al mio riposo.

Gli altri scendono le scale fino a Piazza Fontane Marose, un nome che è un’altra poesia.
Lo stage-formativo è finito, resta la nostra pagina su Google docs e non solo quella ;-).

Lascia un commento

Archiviato in Camminare, Educazione, Flaneur

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...